Le periferie di Peccioli (1999-2002)

Le periferie di Peccioli, luoghi di accesso al centro cittadino, si qualificano come spazio a cui non è stata data alcuna caratterizzazione architettonica. Il Comune di Peccioli ha pertanto commissionato alcuni interventi di arte contemporanea da cui è scaturito un rapporto dialettico tra le parti, che risulta essere ben progettato e riuscito. Gli artisti chiamati ad intervenire sono Giorgetto Giugiaro, Federico De Leonardis, Vedovamazzei, Massimo Bartolini, Vladimir Dubossarky e Alexandr Vinogradov, Alessandro Rivola, Giuseppe Restano, Vittorio Corsini, Nicola Carrino.

Tutte le opere nascono dal rifiuto di considerare l’arte separatamente al contesto, si sviluppano in un confronto dialettico con lo spazio e ne traggono la ragione e il senso, personalizzano un non luogo, frequentato da persone comuni, utenti di passaggio: un posto personale ma nello stesso tempo anonimo, luogo aperto al passaggio, costruito per adempiere a varie funzioni. 

Gli interventi artistici si integrano e si confondono. L’ospite diventa il primo spettatore dell’opera, attraverso cui è creata e a cui è rivolta.


CONDIVIDI: