Sergio e Michele Staino

All'altezza delle margherite

2016

Nel maggio del 2015, presso l’Impianto di Smaltimento Rifiuti, è stato inaugurato il nuovo Impianto di Trattamento Meccanico Biologico (T.M.B.). 

Nel 2016 Sergio Staino e il figlio Michele hanno decorato con un colorato e allegro affresco fatto di personaggi buffi e teneri una serie di dieci pannelli che formano un’opera di cento metri che decora le pareti esterne che proteggono l’impianto di Trattamento Meccanico Biologico. L’opera si compone di dieci immagini riprodotte su pannelli di policarbonato. Dalla cicala alla lucertola e poi ancora la chiocciola borgognona, lo scarabeo rinoceronte, la tartaruga e molti altri ancora “piccoli animali che vivono tra le zolle, nell’erba, negli acquitrini, ad altezza delle margherite, appunto” come sostiene lo stesso Staino che in un corteo disegnato con tratto ironico e tinte vivaci, raccontano la favola di principesse e bagasce, tronfi militari e prodi cavalieri, ma anche saltimbanchi e musici animando un abituale cantiere di colori e presenze. I dieci soggetti sono ispirati a una frase del fotografo Mario Dondero: vivere all’altezza delle margherite, quelle margherite che il vignettista ha colto anche tutt'intorno al prato che circonda l'impianto.


Bibliografia
www.belvedere.peccioli.net


PHOTOGALLERY

SCHEDA OPERA

Artista Sergio e Michele Staino
Titolo Opera All'altezza delle margherite
Data 2016
Tecnica
Tipologia Installazione

DOVE SI TROVA


Legoli, Impianto di Smaltimento e Trattamento Rifiuti

CONDIVIDI: