David Tremlett

Via di Mezzo

2019

L’intervento di David Tremlett per Ghizzano è nato durante una passeggiata che l’artista ha effettuato per le vie del paese. Una di queste in particolare, la Via di Mezzo, per il carattere anonimo che la contraddistingue rispetto alla bellezza del paesaggio da cui è circondata, attira la sua attenzione. È una prima sensazione ma facendo leva su quella, l’artista, che ha già realizzato un imponente lavoro in zona (presso la discarica di Legoli, 2018), sviluppa un progetto che prevede una serie di wall drawings da effettuare sulle facciate delle case. Dall'osservazione delle morbide colline che circondano il paese si determina la scelta dei colori, marrone e verde. Una strategia che renderà il passaggio dalla dimensione naturale a quella urbana meno netto e che legherà maggiormente Ghizzano al territorio circostante.

Così come è successo in passato per altri lavori all’aperto anche a Ghizzano l’artista inglese (che ha portato a termine alcuni importanti interventi a Londra presso la Tate Britain nel 2011 e al Bloomberg London Building nel 2017) ha utilizzato per i wall drawings (realizzati insieme ad un team coordinato da Ferruccio Dotta) dei colori acrilici destinati a resistere nel tempo. Sullo sfondo monocromatico di ogni singola facciata, ogni serramento è stato evidenziato da brevi linee verticali e orizzontali che creano dei contrappunti visivi e che sorreggono la struttura compositiva.

Partito negli anni Settanta da un lessico minimal, nel corso della sua carriera, Tremlett ha rafforzato il suo interesse per il colore fino a farlo diventare essenziale, anche grazie alla conoscenza dei grandi maestri italiani, come Giotto, Piero della Francesca e Mantegna. Grazie a loro percepisce la potenzialità espressiva del mezzo pittorico applicato sulla parete e la sua forte carica seduttiva. L'“apertura” di Tremlett verso questa direzione diventa ancora più sorprendente e frutto di un bisogno profondo e vitale. I suoi interventi sono caratterizzati da una vera esplosione di superfici colorate, strutture policromatiche che modulano in maniera dinamica lo spazio. 

"Per quanto mi riguarda - quindi analizzando la situazione con l'ottica di un artista - era importante che si riuscisse ad avere la percezione della strada come un'unica unità, un'unica strada, dall'inizio alla fine. Per questo l'uso di un solo colore per ogni lato della strada avrebbe garantito la sensazione di una sequenza, dal chiaro allo scuro e viceversa.

Ho deciso di utilizzare per un lato della strada il verde (per le superfici della maggior parte delle case), anche se non è il colore tipico con cui sono dipinti i muri delle case, perché mi piaceva l'idea di portare un po' del paesaggio circostante all'interno della strada. Per quanto riguarda l'altro lato, dove ci sono meno case su cui poter intervenire per via della presenza di larghe pozioni di muri realizzati con i mattoni, ho deciso di utilizzare il marrone come colore predominante. Il mutare dal chiaro allo scuro della tonalità di colore può essere interpretato in diversi modi ma servirà soprattutto a rafforzare questa sensazione del ‘passaggio attraverso’ e a meglio percepire la bellezza della Via di Mezzo." (David Tremlett)


PHOTOGALLERY

SCHEDA OPERA

Artista David Tremlett
Titolo Opera Via di Mezzo
Data 2019
Tecnica
Tipologia Installazione

DOVE SI TROVA


Ghizzano, Via di Mezzo

CONDIVIDI: