Giuseppe Restano

Senza titolo

2001

Sulle pareti si trovano delle tele di Giuseppe Restano. La sua pittura iperrealista coglie degli attimi attraverso virtuose vedute prospettiche, nonostante i tagli delle sue inquadrature siano particolarmente profondi, gli oggetti hanno un’inerzia tale da rendere impensabile ogni loro spostamento. La grande calma apparente è subito sostituita da una forte tensione emotiva, prodotta da queste posizioni immobili e atemporali. Solo nel momento in cui questi oggetti entrano a far parte della memoria individuale ma anche collettiva acquisiscono forza dinamica. I dischi in vinile, la racchetta da ping-pong, la vecchia gomma da cancellare sono immagini sempre leggermente sfuocate dall’occhio miope dell’artista, così l’osservatore si può identificare in questo ricordo parzialmente offuscato, nebuloso. 


Bibliografia
Marco Scotini a cura di, Rapporto confidenziale, 2003 Gli Ori, Prato. 
Marco Scotini a cura di, Contatto. 1. Cantiere Peccioli: arte pubblica e progetto urbano, 2003 Gli Ori, Prato. 
Cristiana Ferrario, Peccioli una realtà dell’arte ambientale in Italia, Tesi di laurea del Corso di Laurea in Scienze dei Beni Storico-Artistici, Musicali, Cinematografici e Teatrali. Curriculum Storico-Artistico, Università degli Studi di Siena, A.A. 2009-2010.
Federica Marras, Territorio e creatività: l’esempio della Belvedere S.p.A. dalla discarica al Polo Museale, Tesi di laurea del Corso di Laurea in Scienze dei Beni Storico-Artistici, Musicali, Cinematografici e Teatrali. Curriculum Storico-Artistico, Università degli Studi di Siena, A.A. 2009-2010. 


PHOTOGALLERY

SCHEDA OPERA

Artista Giuseppe Restano
Titolo Opera Senza titolo
Data 2001
Tecnica
Tipologia

DOVE SI TROVA


Peccioli, Hotel Portavaldera

CONDIVIDI: