Parole Guardate

Dal 18 al 20 maggio percorsi letterari, teatrali, gialli e noir ispirati ai romanzi di Marilù Oliva

Peccioli si tinge di giallo

Dal 18 al 20 maggio si terrà l’evento finale di Parole Guardate

Percorsi letterari, teatrali, gialli e noir ispirati ai romanzi di Marilù Oliva


Parole Guardate è un progetto in cui letteratura, teatro e danza si uniscono e danno vita attraverso laboratori di teatro e di scrittura creativa alle parole di un unico scrittore di romanzi gialli e noir.

Inaugurato nel 2016 con Maurizio de Giovanni, il festival ha avuto come protagonista della seconda edizione Romano De Marco. La terza edizione, dedicata ai romanzi di Marilù Oliva è caratterizzata da due importanti novità: un laboratorio di scrittura creativa rivolto ai ragazzi dai 10 ai 15 anni condotto dalla scrittrice Paola Alberti dal titolo Giocare con la parole per imparare a scrivere e un concorso di racconti in collaborazione con Il Tirreno “Parole Guardate. Giallo in provincia 2018”.

La terza edizione di Parole guardate si concluderà il 18, 19 e 20 maggio con un ricco programma di eventi al Centro Polivalente.

Marilù Oliva vive a Bologna, dove scrive e insegna lettere alle superiori.

Ha pubblicato con Elliot la Trilogia della Guerrera, al centro della quale si muove, in una Bologna notturna e musicale, il personaggio di Elisa Guerra, detta La Guerrera, che aiuta l’ispettore Gabriele Basilica nelle sue detection. Nel 2014 è partito il progetto della Trilogia del Tempo, iniziato con Le Sultane, proseguito con Lo Zoo e concluso con Questo libro non esiste, che ha vinto il Premio Scerbanenco dei Lettori. I suoi romanzi sono di ambientazione noir, con uno sguardo particolare verso alcuni aspetti sociali e verso quelle persone che l’autrice definisce “categorie non protette” (precari, anziani, folli, disillusi e sognatori) e con un procedimento investigativo attento, che però resta in secondo piano rispetto all’indagine umana.

A marzo 2018 è uscito per HarperCollins il thriller Le spose sepolte, con un nuovo team investigativo.

Da sempre si occupa di questioni di genere e di attualità. Ha curato per Elliot due antologie patrocinate da Telefono Rosa: Nessuna più – 40 autori contro il femminicidio (2013) e Il mestiere più antico del mondo? (2016).

Collabora con diverse riviste, tra cui Huffington Post e Thriller Magazine ed è caporedattrice nonché fondatrice del blog letterario Libroguerriero.


E proprio Maurizio de Giovanni scrive di lei: “Che indaghi mondi sordidi o borghesi, che scintilli in una lama o esploda in un proiettile, la scrittura di Marilù Oliva colpisce e taglia. Lasciando cicatrici profonde e bellissime da accarezzare sulla superficie del cuore di ogni innamorato della letteratura criminale. La nuova, inquietante storia cantata dalla voce femminile più roca e graffiante del romanzo nero italiano”.



Venerdì 18 maggio alle ore 18 al Centro Polivalente MARILÙ OLIVA presenta il suo ultimo romanzo Le spose sepolte edito da HarperCollins, modera la giornalista Chiara Cini, a seguire una performance di Danza ispirata ai romanzi dell’autrice con le coreografie di Kristian Cellini.

Alle ore 20 si terrà una Cena in giallo, con portate ispirate ai romanzi di Marilù Oliva. La cena, a pagamento, è a cura del Ristorante QuattordiciOttanta (la cena ha un costo di 20 €; per i frequentanti dei vari laboratori, per i possessori della Card Amici del Polo Museale di Peccioli e per i membri della giuria popolare con un accompagnatore ha un costo di €10).

Sabato 19 maggio gli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado di Peccioli e del Liceo Classico di Pontedera incontrano MARILÙ OLIVA per parlare di generi letterari e di crimini.

Alle ore 17 andrà in scena lo spettacolo degli allievi del laboratorio di teatro per ragazzi a cura di Francesca Masi UNO ZOO IN TESTA, alle 21 la presentazione di STORIE DISSEPOLTE, la pubblicazione dei racconti degli allievi del laboratorio di scrittura creativa condotto da Andrea Marchetti e a seguire TRA LE PAGINE DI MARILÙ, lo spettacolo degli allievi del laboratorio di teatro per adulti a cura di Andrea Giuntini e Francesca Masi

Domenica 20 maggio alle ore 11 presso Palazzo Pretorio si terrà la premiazione del Concorso Parole Guardate. Giallo in provincia 2018 indetto dalla Fondazione Peccioliper in collaborazione con Il Tirreno. I racconti pervenuti sono stati selezionati da una giuria popolare e i quindici finalisti sono stati valutati dalla giuria di esperti composta dallo scrittore Romano De Marco, Presidente di giuria, la scrittrice Marilù Oliva, la criminologa Giovanna Bellini, la giornalista Sabrina Chiellini e Marcello Cimino di Orme Gialle. Nell’occasione la scrittrice Paola Alberti riceverà una menzione speciale per aver condotto la prima edizione del laboratorio di scrittura creativa per ragazzi dal titolo Giocare con le parole per imparare a scrivere.

A seguire la Pasticceria Ferretti sorprenderà i partecipanti con le sue deliziose e fantasiose creazioni preparate per il Brunch in Giallo.

Da venerdì a domenica potrete trovare i romanzi di Marilù Oliva presso la stand della Libreria Carrara di Pontedera.


Per informazioni contattare la Fondazione Peccioliper: 0587 672158, Facebook: Fondazione-Peccioliper, Twitter: @peccioliper

Inviaci un messaggio

Grazie per aver spedito il tuo messaggio! Ti contatteremo a breve.

Errore durante l'invio. Prova di nuovo.

Riempi prima tutti i campi obbligatori della form.

Contatti

  • Piazza del Popolo 10 - Peccioli
  • 0587 672158
  • info@fondarte.peccioli.net