TURANDOT

Turandot di Giacomo Puccini apre l’edizione 2020 di 11Lune

Mercoledì 1 luglio all’Anfiteatro Fonte Mazzola


“Qui termina la rappresentazione perché a questo punto il maestro è morto”: il 25 aprile 1926, pronunciate queste parole, Toscanini poggiava la bacchetta, e interrompeva l’esecuzione dell’opera che stava dirigendo, la prima della Turandot di Puccini, eseguita fino al punto in cui il maestro l’aveva composta per intero, ovvero la morte di Liù.


La Turandot è un'opera in 3 atti e 5 quadri, su libretto di Giuseppe Adami e Renato Simoni, lasciata incompiuta da Giacomo Puccini e successivamente completata da Franco Alfano, uno dei suoi allievi.


Nel dicembre del 1923 il Maestro completò tutta la partitura fino alla morte di Liù, cioè fino all'inizio del duetto cruciale. Di questo finale egli stese solo una versione in abbozzo discontinuo. Puccini morì a Bruxelles il 29 novembre 1924, lasciando le bozze del duetto finale così come le aveva scritte il dicembre precedente.


L'incompiutezza dell'opera è oggetto di discussione tra gli studiosi. C'è chi sostiene che Turandot rimase incompiuta non a causa della morte dell'autore, bensì per l'incapacità, o piuttosto l’impossibilità da parte del Maestro di risolvere il nodo cruciale del dramma: la trasformazione della principessa Turandot gelida e sanguinaria, in una donna innamorata.

Mercoledì 1 luglio alle ore 21 Turandot di Giacomo Puccini aprirà l’edizione 2020 di 11Lune.


Turandot è la quinta produzione lirica della Fondazione Peccioliper in collaborazione con l’Accademia Musicale Alta Valdera.

Le altre produzioni liriche della Fondazione Peccioli per l’Arte:

2015: Traviata di Giuseppe Verdi

2017: Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni

2018: Tosca di Giacomo Puccini

2019: Pagliacci di Ruggero Leoncavallo


Turandot è ambientata a “Pekino, al tempo delle fiabe” e per ricreare il modo fantastico e le sue atmosfere fiabesche è stato deciso di affidare la realizzazione dell’immagine promozionale dell’opera alla mano di Riccardo Burchielli.


I biglietti saranno in vendita da sabato 7 marzo.

Per informazioni contattare la Fondazione Peccioli per l’Arte allo 0587 672158, 338 2963108

all’indirizzo di posta elettronica accademiamusicaleav@fondarte.peccioli.net, oppure consultare il sito

www.fondarte.peccioli.net


Biglietti Turandot

Poltroncine centrali

Intero 25,00 euro

Cittadini Comune di Peccioli 20,00 euro

Soci Belvedere, CARD e minori di 18 anni 15,00 euro

Poltroncine laterali

Intero 20,00 euro

Cittadini Comune di Peccioli 15,00 euro

Soci Belvedere, CARD e minori di 18 anni 10,00 euro


PER INFORMAZIONI, PREVENDITE E ACQUISTO BIGLIETTI

È possibile acquistare i biglietti di Turandot sia presso la biglietteria della Rassegna sia con il servizio

Vivaticket in uno dei punti vendita oppure su www.vivaticket.it


BIGLIETTERIA DELLA RASSEGNA

Piazza del Popolo 5, Peccioli (PI) 0587 936423

martedì, giovedì e venerdì dalle ore 10 alle ore 13;

mercoledì, sabato e domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 19

Inviaci un messaggio

Grazie per aver spedito il tuo messaggio! Ti contatteremo a breve.

Errore durante l'invio. Prova di nuovo.

Riempi prima tutti i campi obbligatori della form.

Contatti

  • Piazza del Popolo 10 - Peccioli
  • 0587 672158
  • info@fondarte.peccioli.net